Categorie
Riflessioni

I Gatti, le Volpi e il coniglio morto estratto dal cilindro

Condividi questo articolo con i colleghi

Leggiamo sbigottiti un comunicato intitolato “Il voto per un “Nuovo Ordinamento”, non solo per il collega” diramato da un sindacato autonomo che dopo aver firmato il contratto afferma di voler mettere le “cose a posto” con un nuovo ordinamento da disegnare nei prossimi 5 mesi con la contrattazione integrativa. Buon segno. Devono essere arrivate le voci di dissenso che dal nostro sito stanno riverberandosi in tutti gli Uffici del Comparto Funzioni Centrali.

Peccato che né questo Sindacato né nessun altro potrà mettere a posto un accidenti di niente. Trattasi dell’ennesimo coniglio estratto dal cilindro di chi teme un’astensione dal voto mai vista. Peccato che il coniglio sia già morto.

Nel volantino viene riportato, a supporto “normativo” della colossale sciocchezza “salvavita” sopra illustrata, un estratto parziale dell’art.18 “…a cinque mesi dalla sottoscrizione…la contrattazione integrativa definisce le famiglie professionali del nuovo ordinamento professionale, omettendo di precisare che la contrattazione integrativa definisce le famiglie professionali del nuovo ordinamento professionale all’interno delle quali confluiscono, nel rispetto della tabella 2 di trasposizione automatica nel sistema di classificazione, i profili professionali definiti sulla base del precedente sistema ordinamentale. E che il personale in servizio alla data di entrata in vigore è inquadrato nel nuovo sistema di classificazione con effetto automatico dalla stessa data secondo la tabella 2 di trasposizione automatica nel sistema di classificazione.

E la tabella 2, signori Gatti e signore Volpi, non perdona: eccola qua:

Ad inchiodare la Contrattazione Collettiva ad un palo come quello usato per uccidere Dracula, vi è poi l’art. 13 del Contratto che avete firmato e che ora volete “mettere a posto”: all’interno dell’Area si ha equivalenza e fungibilità delle mansioni ed esigibilità delle stesse in relazione alle esigenze dell’organizzazione del lavoro“. In poche parole non ci potrà essere distinzione alcuna tra Funzionari appartenenti alla stessa famiglia professionale ove per famiglie si intende, come recita il contratto che voi avete firmato...”ambiti professionali omogenei caratterizzati da competenze similari o da una base professionale e di conoscenze comune” (amministrativi, contabili, informatici, tecnici ecc.ecc.)

Ora, appare evidente che il comunicato in questione è il segnale che la denuncia di un inaccettabile appiattimento nella Terza Area inizia a prendere forza. Diventerà valanga. In ogni caso, signori Gatti e signore Volpi, noi non andremo a votare né voi né altri che stanno gareggiando a chi la promette più grossa e resteremo in attesa di vedere come terrete fede a queste promesse. Si, insomma… mostrateci come ridarete vita al coniglio morto che avete appena estratto dal cilindro.

#rsu2022ioNONvoto

FIRMA SUBITO LA PETIZIONE CLICCANDO QUI E RICORDA DI VALIDARE LA FIRMA DALLA MAIL CHE RICEVERAI SULLA CASELLA DI POSTA INDICATA.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL VOLANTINO #rsu2022ioNONvoto

Condividi questo articolo con i colleghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.